Premiati – edizione 2012

 

sanciliaLuca Sancillo

Comandante Capitaneria di Porto Siracusa

Per avere tutelato i principi etici della responsabilità sociale in una situazione di altissimo rischio umano e ambientale, con particolare riferimento alla costante azione di controllo del mare e della sua tutela ambientale. Premio al merito per il chiaro esempio di alta professionalità e di grande spirito d`iniziativa a sostegno della collettività e per avere elevato nell’azione portata a compimento, lo standard formativo ed organizzativo del Reparto da egli diretto, valorizzando le risorse umane e raggiungendo lusinghieri risultati di carattere operativo, riscuotendo, nel contempo, il plauso unanime della popolazione, mostrando indiscusse capacità professionali e di relazioni nel recupero della nave cisterna Gelso M, incagliatasi tra gli scogli di Santa Panagia nel marzo scorso con il rischio concreto di provocare uno sversamento di 300 tonnellate di carburante. In condizioni di mare avverso, il salvataggio dei 19 uomini dell’equipaggio e il recupero della nave inclinata di 45 gradi, riconoscono al comandante Luca Sancilio gratitudine e riconoscenza per avere garantito la sicurezza pubblica, onore e merito per interpretare nel lavoro di tutti i giorni, il corretto approccio con il mare.

andaloroFranco Andaloro

Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

Per avere contribuito, nella sua carriera scientifica, alla ricerca sull’impatto delle alghe invasive sulle risorse ittiche e sull’attività di pesca nella Sicilia meridionale. L’articolazione strutturale degli studi degli ecosistemi marini, lo studio sull’impatto della pesca e delle specie aliene sull’area marina protetta del Plemmirio, con assoluta felicità di esiti, l’affondo di tipo preziosamente culturalistico alla rigorosa e coinvolta attività di ricerca, convogliano, oltre il talento naturale, tutta la sua cultura e tutta la sua ponderosa e protratta attività di scrittore. Le oltre 225 pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali confermano la presenza insostituibile, preziosa e decisiva di Franco Andaloro nel panorama di protezione e ricerca ambientale italiano.

vincenziElio Vincenzi

Marito Maria Grazia Trecarichi dispersa nel naufragio della Costa Concordia

Per avere voluto sancire un immortale abbraccio con la moglie, Maria Grazia Trecarichi, dispersa nella tragedia del Giglio, attraverso una immersione a 25 mt di profondità deponendo una targa sulla Madonna Stella Maris, a cui la moglie era molto devota. Un gesto, una emozione dallo struggente significato emozionale e sentimentale. Il mare, che lo ha privato di un affetto immenso, ma che per Elio e Maria Grazia, oggi, è sempre un amore di vita. Il mare dal moto perpetuo, che fa oltrepassare ad Elio Vincenzi quella linea invisibile di confine tra la realtà terrena e l’altra vita molto pi dolce e più bella, senza odio e senso di ludibrio. Un gesto, quello di Elio, che è un inno al mare e che li riunirà sempre nell’abbraccio e nell’incrocio di sguardi eterni proprio perchè, dallo scrutare e dall’ascoltare il Mare, possa emergere quel silenzio che riesce a dare consapevolezza di esserci.

ripardJohn Ripard

Presidente of the Royal Malta Yacht Club

Onore per la brillante carriera sportiva, per l’inossidabile ed intramontabile passione dedicata al mare e alla vela in particolare. Imprenditore di successo, ha dato lustro alla sua nazione rappresentandola nella Classe Snipe ai Giochi del Mediterraneo a Barcelona nel 1955 e alle Olimpiadi del 1960 quando, insieme a suo fratello Paul, ha partecipato nella classe Star. Merito a John Ripard vincitore nel 1968 con la sua barca ‘Josian’ del Middle Sea Race, ora la Rolex Middle Sea Race. Esempio di imparzialità e rettitudine, Ripard è stato giudice-arbitro durante l’limpiade di Atlanta del 1996. Merito per avere presieduto il Comitato di regata per l’rganizzazione della Louis Vouitton Cup, il preambolo del America’S Cup. In suo onore, il 13 Dicembre 1992, durante le celebrazioni della Giornata della Repubblica del Maltese, riceve, ha dalle mani del presidente Censu Tabone, il Ghall-Qadi Midalja tar-Repubblika -in inglese: Medaglia per il servizio alla Repubblica.

buggeaMaurizio Buggea

Dirigente Centro Subacqueo Ibleo

Per avere promosso con puntuale precisione la conoscenza culturale dell’archeologia del mare attraverso strumenti tecnici d’sservazione, studio ed interventi fisici, per avere favorito una corretta fruizione del patrimonio culturale sommerso. Merito, per il rinvenimento dopo 19 anni del relitto navale antico delle ‘Tre Ancore’ di fronte l’Isola dei Porri, dopo anni di osservazioni topografiche, aprendo, di fatto, scenari di incertezza sui reali motivi dell’affondamento di questi relitti. Interesse e orgoglio per avere preso parte alla missione archeologica subacquea nel 2010 e 2011 in Turchia nella città antica di Kime eolica, esplorando con saggi di scavo a campione, realtà mai conosciute, grazie alla scoperta di strutture abitative sepolte sul fondale marino. Tributo per avere partecipato allo scavo subacqueo sul relitto antico di Punta Secca nel 2007 unitamente alla Soprintendenza del Mare.

Progetto Pianeta Mare

Fondazione S.Angela Merici Ass. Pescatori S.Francesco di Paola – Portopalo di C. Passero

Per avere sostenuto con elegante sensibilità e spiccato senso sociale il progetto ‘Pianeta Mare’, crocevia ideale di sapere sul mondo marino, a favore di trenta assistiti affetti da patologie neuropsichiche, ideato con coinvolgente senso di dovere, dall’Associazione Pescatori San Francesco di Paola di Portopalo di Capo Passero, attuato in collaborazione con la Fondazione S.Angela Merici di Canicattini Bagni. Dedizione, senso di solidarietà e azione per un difficile impegno didattico che vede il mare quale laboratorio ideale di percezione di sensi. Il prezioso coordinamento della Fondazione S.Angela Merici, l’impegno, unico nel suo genere, dei pescatori di Portopalo di Capo Passero, rendono meriti ed onori a ciascuno dei protagonisti, capaci di mettere al primo posto la persona e di perseguire i suoi bisogni di integrazione sociale.

Alfio Puglisi Cosentino

Presidente Acqua Azzurra S.P.A.

Per avere dato vita ad un potenziale produttivo strategico di 2000 tonnellate di pesce, in vasche di acquacoltura, nell’estrema punta dello sperone siracusano. Merito all’imprenditore per avere contribuito a rivitalizzare un segmento di consumo nostrano, incentivando l’utilizzo dalla maricoltura per fini imprenditoriali elevandone gli standard di produzione.

Carmelo Sortino

Marinaio della nave Enrico Ievoli

Tributo al marinaio della petroliera ‘Enrico Ievoli’, tenuto prigioniero tre mesi in mano a dei pirati somali a bordo della nave, al largo dell’man. Menzione speciale per il senso di responsabilità e di equilibrio nella gestione dei rapporti con i suoi rapitori, contribuendo in maniera decisiva, alla trattativa con i pirati per il rilascio dei 19 componenti l’equipaggio.

Giuseppe Stella

Comandante Uff. Locale Marittimo Portopalo di C.P.

Menzione di riconoscimento al Sottufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Comandante Ufficio Locale Marittimo – Guardia Costiera di Portopalo di C.P., Maresciallo Giuseppe Stella. Riconoscimento e tributo per avere soccorso e diretto con perizia di comportamento un barcone carico di immigrati clandestini, evitando, di fatto, l’impatto con la scogliera ed impedendo, cos&igrave, il verificarsi di una tragedia, atteso il momento di oscurità e la distanza dalla terra ferma